giovedì 17 maggio 2012

Il mondo cambierà

Peccato che tra le migliori canzoni di Gianni Morandi in pochi siano a citare "Il mondo cambierà", brano del 1973 che ottenne anche un discreto successo di vendite, visto che il 45 giri che lo conteneva entrò e rimase per alcune settimane nella top ten dei dischi più venduti in Italia. Sia il testo che la musica de "Il mondo cambierà" sono struggenti; è una sorta di messaggio consolatorio scritto da un uomo per un amico in crisi, perchè quest'ultimo, dall'animo molto sensibile, non riesce ad accettare la spietata realtà che vede intorno a lui. Pur essendo una canzone di quasi quarant'anni or sono è, secondo me, attualissima ed esprime un ottimismo ed una speranza quasi commoventi, bellissima la frase finale che dice: «Vedrai, la notte finirà / e l'uomo si risveglierà / con gli occhi e il cuore di un bambino / che non può tradire mai». Magari gli uomini pensassero e agissero come fanno i bambini, se fosse la purezza, l'innocenza, la fantasia e l'entusiasmo dei bambini a governare il mondo!
Gli autori di questo brano sono Renzo Cioni, Franco Migliacci e Sante Maria Romitelli; i primi due sono dei parolieri (molto famoso è Migliacci, autore dei testi delle canzoni più famose di Domenico Modugno) mentre il terzo è un compositore poco conosciuto che contribuì alla nascita di un'altra importante canzone di Morandi: "Un mondo d'amore".
 


IL MONDO CAMBIERÀ
(R. Cioni - F. Migliacci - S. M. Romitelli)

Amico mio che stai
guardando intorno a te,
non credi agli occhi tuoi,
tu piangi e so il perché,
quel che provi tu
lo sto provando anch'io,
ma non cambiare mai,
ti fa paura il mondo?
amico mio, coraggio,
io, io piango come te...
Vedrai che il mondo cambierà,
le sue ferite guarirà,
l'amore no, non può morire:
sarebbe come dire che questa è la fine.
Vedrai la notte finirà
e l'uomo si risveglierà
con gli occhi e il cuore di un bambino
che non può tradire mai.
Se nella mente tua
nascesse qualche idea
coraggio, amico mio,
il mondo aspetta te;
ma non cambiare mai
e non scordare che
via via che salirai
gradino per gradino
ti sembrerò lontano
ma io... io sono uguale a te.
Vedrai che il mondo cambierà,
le sue ferite guarirà,
l'amore no, non può morire:
sarebbe come dire che questa è la fine.
Vedrai la notte finirà, vedrai...
e l'uomo si risveglierà
con gli occhi e il cuore di un bambino
che non può tradire mai.
 
 
 

Nessun commento:

Posta un commento